Se si potesse ridurre la popolazione mondiale in 100 ingegneri mantenendo le proporzioni, il villaggio sarebbe composto nel seguente modo:
– 93 uomini;
– 6 donne, di cui 3 lesbiche, 1 fidanzata col tuo migliore amico e 2 cessi (senza offesa, beninteso);
– 1 finocchio.
Su 100 ingegneri:
– 95 porterebbero gli occhiali;
– 89 sarebbero pelati;
– 1 sarebbe un ingegnere atipico (alto, bello e simpatico);
– 75 si riterrebbero ingegneri atipici pur essendo più sfigati degli altri.
Su 100 ingegneri:
– 99 parlerebbero continuamente di computer;
– 86 parlerebbero continuamente per sigle ed abbreviazioni;
– 78 parlerebbero continuamente al computer.
Se si considera il mondo da questa prospettiva, il bisogno di accettazione, comprensione ed educazione degli ingegneri diventa chiaramente fondamentale.

Prendete inoltre in considerazione questo:
– se vi siete svegliati questa mattina senza essere ingegneri siete fortunati;
– se invece vi siete svegliati, non siete ingegneri e avete al fianco una strafiga bionda siete particolarmente fortunati;
– se vi siete svegliati, siete ingegneri e avete al fianco una strafiga bionda, tranquilli: state sognando;
– se non avete mai provato il pericolo di una battaglia, la solitudine dell”imprigionamento, l”agonia della tortura, i morsi della fame, allora non avete mai dato Elaborazione Numerica dei Segnali o Scienza delle Costruzioni;
– se potete leggere questo messaggio avete appena ricevuto una doppia benedizione, primo perché qualcuno ha pensato a voi, secondo perché il vostro Outlook funziona, evento decisamente miracoloso.

È la settimana internazionale dell”integrazione degli ingegneri. Manda questa mail a tutti quelli che tu consideri INGEGNERI. Regala loro un sorriso, lascia che possano gioire anche loro, e dimenticare, una volta tanto, la loro condizione di poveri sfigati disadattati. ‘

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *